I Vetri di Sandro Bormioli
di Costantino Bormioli
Creazioni in vetro soffiato, vetrofusione e gioielli
Bottega in Altare (SV - Italia)
I Vetri di Sandro Bormioli
Creazioni in vetro soffiato e vetrofusione
Bottega in Altare (Savona)
I Vetri di Sandro Bormioli
Bottega in Altare (SV - Italia)
Creazioni in vetro soffiato, vetrofusione e gioielli
I Vetri di Sandro Bormioli
di Costantino Bormioli
Bottega in Altare (SV - Italia)
di Costantino Bormioli
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il giullare e la bella

Didattica > Articoli storici

Il Giullare e la Bella

Venerdì 23 giugno 2000 Silvio Vigliaturo ha donato una sua importante opera  al Museo del Vetro di Altare.
Un legame importante e consolidato lega l'artista di Chieri al mondo del vetro altarese. Tiene a sottolineare che le sue due grandi passioni, la pittura ed il vetro, sono nate in lui negli stessi anni, e che le ha coltivate e cresciute insieme.
E' proprio di quel periodo il suo primo contatto col museo altarese. Siamo nei primi anni Novanta, quando Vinicio Saroldi, altarese grande esperto di vetro, autore di interessanti pagine su Alte Vitrie, nota le nuove originali sperimentazioni in vetrofusione di un giovane artista, in una mostra nei pressi di Torino. Da quell'incontro nasce un'amicizia che porterà la prima opera di Silvio nei locali del prestigioso museo altarese, complice il direttore di allora, Ferruccio Billò. Oggi Silvio, artista affermato rappresentato nel mondo da Berengo Fine Arts, non fa mistero della riconoscenza per quella prima importante testimonianza di fiducia nel suo lavoro, e del prestigio che la presenza di quell'opera nelle pagine di Alte Vitrie gli ha procurato soprattutto all'estero.
Questo spirito di reciproca stima è stato il filo conduttore della sua visita ad Altare, breve ma intensa. Ha apprezzato, guidato da occhio esperto, le grandi opere presenti nel museo, mentre una propizia coincidenza, che voleva presente quel giorno in Altare il grande maestro Dorino Bormioli, ha avviato un proficuo e serrato scambio di esperienze e sensazioni, con ciascuno attento, nella migliore tradizione dei vetrai, a non svelare i propri segreti.
Vigliaturo ci ha spiegato la tecnica di base con cui ha creato Il Giullare e la Bella. E' una struttura a composizione duale, che trova il suo significato nella condivisione da parte  delle due piastre vitree in fusione dello stesso spazio materiale. I tratti delle due figure, ad un tempo opposte e legate, sono dati da un sapiente utilizzo del colore e dall'uso di una tecnica unica che permette di soffiare percorsi visivi nella materia ancora calda.
La giornata altarese si è conclusa con una visita al nostro laboratorio, dove Silvio ha apprezzato in particolare l'attualità stilistica di alcuni oggetti realizzati dal maestro Sandro Bormioli.
La donazione della piastra è stata l'occasione per organizzare una piccola ma importante mostra di alcune opere di Vigliaturo nell'ambito dei tradizionali appuntamenti culturali altaresi di agosto 2000. In particolare le opere esposte nella settimana di ferragosto, con ingresso gratuito anche al museo del vetro, costituiranno una ghiotta anteprima dell'importante rassegna personale che la regione Valle D'Aosta dedicherà all'artista in autunno.

Costantino Bormioli, Lavorazione Artigiana Vetro - P.IVA 01317860094
Costantino Bormioli P.IVA 01317860094
Torna ai contenuti | Torna al menu